27.2 C
Le Piastre
mercoledì, Luglio 28, 2021

EXPO, FRA POCHI GIORNI I PRIMI COLLAUDI. PROVE DI SICUREZZA SULLA TERRA DOVE COSTRUIRE

Must read

ExpoL’organizzazione mantiene la tabella di marcia dettata dall’ente internazionale delle esposizioni.  In mancanza di strutture, si effettueranno test sul suolo.

Milano – La serietà prima di tutto. “Expo 2015 spa”, ente organizzatore dell’ evento milanese del prossimo anno, ha sempre dato dimostrazione di serietà e stavolta non è stato da meno. La tabella di marcia imposta dagli uffici internazionali dell’esposizioni era chiara: ad aprile 2014 dovete effettuare i primi collaudi su quanto costruito. Da Milano terranno fede a queste imposizione e tra pochi giorni partiranno i primi test, come fa sapere una nota emessa dagli organizzatori italiani: “Siamo pronti per principiare con prove di sicurezza sulla natura del suolo, visti i numerosi riporti effettuati. Le analisi saranno puntigliose dal punto di vista strutturale,  agronomico e allergenico. Non possiamo permetterci nessun errore sulla sicurezza dei visitatori e non vorremmo che un domani, quando tutto sarà finito, ci venga contestato una sbagliata scelta del tipo di terreno”.  Già contattati un pool di geologi, ingegneri e agronomi, pronti a studiare tutta l’area.

Le costruzioni? Dopo le vacanze estive. Notizie sullo stato dell’arte dei lavori,  invece, sono state chieste agli uffici di “Expo 2015”  i quali hanno tranquillizzato i sensazionalisti che vorrebbero vedere già tutto terminato a un anno dall’inizio dell’evento: “Siamo in piena tabella di marcia -spiegano- e non c’è bisogno di scandalizzarsi. Ormai abbiamo quasi terminato e manca solo qualche dettaglio, come la costruzione dei padiglioni, delle infrastrutture e molte strutture. Cominceremo a costruire dopo le vacanze estive, che termineranno a ottobre”. Sarà fondamentale, adesso, sperare che i test dei prossimi giorni offrano risultati buoni e che la terra dove verrà realizzato tutto non faccia scherzi. Poi si potrà costruire. Forse.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

SOSTENITORE

Latest article