15.3 C
Le Piastre
venerdì, Agosto 6, 2021

SEZIONE GRAFICA INTERNAZIONALE: ARRIVATE BUGIE DA 32 NAZIONI

Must read

elham khoshanjam--tt
Il disegno dell’iraniano Elham Khoshanjam.

La più lontana è stata spedita dall’Australia. Foltissima la rappresentativa cinese. Molti i partecipanti da Paesi di religione islamica. Il Magnifico Rettore dell’Accademia della Bugia: “Siamo onorati di tanta attenzione. Stiamo concretizzando l’internazionale della Bugia. Presto il concorso per assumere almeno cinque traduttori e la nomina del nostro ministro degli esteri”.

LE PIASTRE (Pistoia) 22 luglio 2017 – È clamoroso ed inatteso il successo della sezione grafica internazionale del Campionato italiano della Bugia in programma a Le Piastre (Pistoia) sabato e domenica 5 e 6 agosto prossimi. Hanno inviato le proprie vignette ben 110 disegnatori provenienti da tutti e cinque i continenti e da ben 32 Paesi del mondo. La più lontana arriva dall’Australia e per partecipare ha percorso, virtualmente, 16.500 chilometri. La più vicina dalla Francia. 
Ma non mancano lavori dal Marocco, dall’India, da Cuba. Foltissima è la rappresentanza cinese, con circa 20 autori, ma anche da un Paese fortemente islamizzato come l’Iran in circa 25 hanno deciso di partecipare alla contesa mondiale a chi la spara più grossa. 
“Tra noi autori – spiega il coordinatore e direttore artistico della sezione, l’italiano Marco Fusi– il desiderio di sentirsi liberi di dire e di creare è fortissimo ed insopprimibile. Comprensibile quindi che proprio dai Paesi in cui questi diritti sono più difficili da esercitare, la partecipazione sia stata maggiore”.

Gli stili e le proposte sono le più varie, molte riunite sotto il tema, proposto, ma non obbligatorio, della cultura, altre che spaziano tra generi e stili. Si va dal disegnatore serbo che raffigura l’artista Hitler comodamente seduto a dipingere su tela il filo spinato e le baracche di un lager, alla disegnatrice sudamericano che raffigura Romolo e Remo allattati non dalla mitica lupa capitolina, ma dalla M del globalizzante Mc Donald, a moltissime altre suggestioni. Non sarà facile il compito della giuria chiamata a decidere in quale continente andrà il Bugiardino d’oro che assegnerà l’ambito titolo di bugiardo internazionale. La sezione internazionale arricchirà le strade del paese a partire dal prossimo weekend, assieme ai disegni degli oltre 50 artisti italiani che hanno partecipato al classico premio nazionale. Anch’essi davvero numerosi e di elevatissima qualità.

“Siamo onorati – é la considerazione conclusiva del magnifico rettore dell’Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini – di tanta attenzione. Stiamo concretizzando l’internazionale della Bugia a cui stiamo lavorando da tempo e che ha avuto le sue pietre angolari nei gemellaggi ideali e reali da noi stabiliti con la Patagonia, la Francia e il Belgio. Presto dovremo deciderci a bandire il concorso per assumere almeno cinque traduttori. E a breve emetteró il decreto di nomina del Ministro degli esteri della libera Repubblica della Bugia de Le Piastre”.

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

SOSTENITORE

Latest article