7 C
Le Piastre
lunedì, Ottobre 25, 2021

SCOOP DI “NOVELLA 00”: GESÚ FATTO RISORGERE DA LAZZARO PER SDEBITARSI

Must read

LazzaroIl ritrovamento della pergamena scandalistica rivela un retroscena rimasto nascosto finora. Il gesto è stato alquanto semplice e diretto.

Gerusalemme – Certo questa non è stata una Pasqua come tutte le altre. Una notizia sconvolgente l’ha trasformata in una giornata storica, carica di novità che potranno influire sui futuri equilibri religiosi. Il merito va tutto al rinvenimento di un numero speciale di “Novella 00”, la pergamena scandalistica più in voga ai tempi della crocefissione. Il numero uscito proprio nei giorni dell’Ascensione, conteneva una’ esclusiva intervista nientepopodimeno che a Lazzaro, il giovine resuscitato da Gesù qualche tempo prima.

Bomba clamo-rosa. Tenete conto che Lazzaro era un tipo molto schivo, restio alle interviste, soprattutto incapace di stare seduto a lungo a rispondere a domande, avendo come effetto collaterale del suo ritorno in vita, una costante pulsione allo stare in piedi. “Novella 00”, però,  ce l’ha fatta, e ne è valsa veramente la pena. Dopo una iniziale scontata ritrosia, ecco Lazzaro spiattellare una bomba clamoro- rosa: a far risorgere Gesù era stato lui! «Sì, io non amo essere in debito con le persone – ha dichiarato il miracolato miracolante-. E anche con le divinità, pratico, infatti il “do ut des” alla romana. Fatto sta che quando ho saputo che Gesù era stato crocifisso, ho preso la palla di Caracalla al balzo e sono andato nel suo sepolcro a resuscitarlo; tutto qua».

Alzati e cammina. «Tutto qua? -si è alquanto stupita la giornalista di “Novella 00” – Lei la mette giù facile. Eppure deve essere stata un’operazione alquanto complicata, senza raccomandazioni divine…». «Ma no, guardi – ha insistito il redivivo – è stato del tutto semplice; ho fatto esattamente come aveva fatto Gesù con me, con l’unica accortezza di iniziare l’imperativo alzati e cammina pronunciando il nome Gesù anziché Lazzaro. Anche perché sarò pure stato morto, ma mica son scemo». Certo, da oggi in poi, grazie a questa scoperta incredibile, molte cose cambieranno. Ma ciononostante, una certezza ci rimane: è sempre valido il detto “chi non muore si rivede”.

di Franco Cappelletti (esperto in pergamene scandalistiche)

- Advertisement -

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

SOSTENITORE

Latest article